77 Views |  Like

Cristiano Ronaldo: svolta nelle indagini per stupro di Kathryn Mayorga

Colpo di scena nelle indagini sul presunto stupro di Kathryn Mayorga ad opera del bomber juventino Cristiano Ronaldo: la polizia di Las Vegas chiede DNA.

Nelle stesse ore in cui Cristiano Ronaldo fronteggiava accuse di stupro da parte di un’altra presunta vittima, arriva la svolta nelle indagini su Kathryn Mayorga. Il calciatore della Juventus dovrà infatti sottoporsi all’esame del DNA, stando alle richieste della polizia di Las Vegas. La notizia è comparsa nella serata di ieri sul Wall Street Journal, che ha così messo in allarme l’opinione pubblica.

 

 

 

 

Le intenzioni della polizia sono di confermare o escludere che tracce biologiche del bomber juventino si trovassero sugli abiti della sedicente vittima. La modella Kathryn Mayorga ha puntato il dito contro Cristiano Ronaldo riferendo di aver subito abusi nel 2009.

Lo sportivo, che allora aveva 24 anni e si trovava a Las Vegas per una vacanza, l’avrebbe invitata a trascorrere la serata nella sua lussuosissima suite. I tentativi di approccio del calciatore si sarebbero tuttavia ben presto tramutati in una violenza bella e buona. Al termine della quale la modella pare abbia ricevuto 375 mila dollari a garanzia del proprio silenzio.

Cristiano Ronaldo, presunto stupro Kathryn Mayorga: la versione dei fatti del bomber juventino

Secondo Cristiano Ronaldo e i suoi avvocati, lo stupro di Kathryn Mayorga non sarebbe mai avvenuto. La giovane e il calciatore avrebbero sì avuto un rapporto sessuale, ma consenziente. Così, qualora tracce del DNA di Ronaldo si rinvenissero sui campioni di tessuto appartenuti all’indossatrice, sarà perché l’incontro galante dei due non poteva avere altre conseguenze.

Dal momento che in qualità di giocatore della squadra di Torino Cristiano Ronaldo risiede ora in Italia, le autorità americane chiedono che il DNA prelevato sia trasferito dal nostro paese negli Stati Uniti. Gli accertamenti dovrebbero avvenire nei prossimi giorni, nonostante Ronaldo insista sulla sua innocenza.

La richiesta del DNA del calciatore costituisce un vero e proprio colpo di scena nelle indagini per stupro che lo hanno visto coinvolto. È verosimile infatti che le autorità non vogliano più soltanto fare chiarezza, ma che possano aver maturato nuovi sospetti sull’accusato. Quali saranno allora i prossimi sviluppi della vicenda?

(fonte: novella2000.it)