24 Views |  Like

Saldi 2019: al “via” in tutte le regioni

Saldi 2019, cosa comprare? Moda o tech, i consigli per gli acquisti

I saldi sono una cosa seria. Gli acquisti sempre di più si fanno all’ultimo minuto e quindi occorre trovare promozioni che portino gente nei negozi. In boutique si scontano i pezzi delle nuove collezioni, nella speranza che il cliente poi acquisti anche uno dei cosiddetti «continuativi» o dei nuovi arrivi. Dunque, bene il capo trendy puntato da tempo, che ora scende del 40-50 %. A una condizione: essere certe di indossarlo da subito, perché il pezzo moda, complici i social, si inflaziona presto. Un trucchetto per limitare gli errori è quello di cercare di immaginare i possibili abbinamenti nel guardaroba e quindi le occasioni d’uso (la nuova eleganza torna al mono-tono). Meglio spendere qualcosa in più per creare un outfit per l’ufficio piuttosto che innamorarsi di un modello particolare che poi rischia di ingolfare l’armadio e aumentare il senso di colpa. «I saldi sono partiti bene — assicura Rosy Biffi (tre boutique a Milano) —. Il cappotto è il pezzo più gettonato, nei nuovi tessuti e tagli maschili. Il vestito è tornato, ma vincono ancora i pantaloni, nelle lane tweed e gessati. E poi tanta maglieria, calda e confortevole, dal pull, al collo alto in cashmere, alle lane grosse». I pois, l’animalier (serpente), le frange, le piume, sono tendenze che resisteranno anche nella primavera. Tutte belle, ma per indossarle richiedono lo spirito da fashionista, essere disposte a mettersi in gioco ogni volta con nuovi stili. Se non siete certe di averlo, puntate su un blazer un po’ come quelle delle ex donne in carriera, o su un capo sportivo che fa subito sentire più atletiche e incentiva a cominciare ad occuparsi di sé. Oppure rinunciate a tutto per un accessorio griffato, passione di tutte le donne. La borsa? Grande grande, o piccola.

Abbigliamento da uomo: giacche in velluto (mai troppo strette)

Ci sono almeno due buone ragioni per cui gli uomini dovrebbero cercare di superare lo stress da shopping e approfittare dei saldi. La prima è che sono arrivati con un tempismo perfetto, in concomitanza con il freddo. Particolare non da poco, visto che i commercianti dicono che il meteo incide sui fatturati. La seconda è che la moda rilancia l’eleganza fatta di nuovi tessuti, nuovi colori, una nuova estetica. Dunque, il trucco per non portare a casa capi che sembrino sempre gli stessi, o peggio, già passati di moda, potrebbe esse-re quello di immaginarsi più chic con uno sguardo alla moda che verrà. Del resto an-che imprenditori qualificati come Brunello Cucinelli e Giovanni Bianchi di Lubiam as-sicurano che per l’uomo è arrivato il tempo di rinnovare il guardaroba. Un’anticipazione? Tutto diventa più morbido, le spalle delle giacche destrutturate (perché strutturati devono essere i corpi) e i pantaloni: prediligete quelli a una o due pinces. Il capospalla è l’occasione da saldo, per il suo prezzo importante che si di-mezza, o quasi. Il cappotto è nuovamente classico, scivolato (tornano le maniche raglan) o con la martingala. Gran ritorno anche dell’abito, nelle mischie di lane, cashmere e pure tartan, che da lontano sembrano tinta unita. Si indossa anche con il lupetto. Regalatevi un maglione nei nuovi colori, verde, zafferano, ruggine, blu royal. Puntate su una giacca in velluto, liscio, grosso da rocciatore o millerighe. Il piumino? Torna bello e colorato, come quello dei paninari. Ultime raccomandazioni: superate la vostra idiosincrasia da camerino. Il saldo va sempre provato perché non si può cambiare, a meno che sia difettoso (serve lo scontrino); evitate tutto quello che non sentite confortevole. Nessuno nella moda è più disposto a soffrire per apparire.

(fonte: corriere.it)